eusebi 5a cura Eusebi Spa

Ce ne siamo accorti con chiarezza il 31 marzo, nel corso di Fleet Motor Day presso l’autodromo di Vallelunga. In quell’occasione, l’interesse dei gestori dei parchi auto aziendali presenti non era solamente concentrato sulle splendide vetture disponibili per i test drive, ma anche e soprattutto sui veicoli commerciali. Quelli che fino a qualche anno fa venivano considerati semplici mezzi “da lavoro” e che oggi, invece, stanno diventando sempre più strategici tanto per le aziende, quanto per il mondo del noleggio. l dati di mercato parlano chiaro: dopo il calo dovuto alla crisi, il settore degli LCV è tornato a macinare numeri importanti e, secondo le previsioni dei centri studi automotive, chiuderà l’anno con circa 128.000 unità vendute e una crescita del 9% rispetto al 2014. Per fare un esempio, oggi quasi un terzo della flotta dei noleggi a lungo termine è rappresentata da veicoli commerciali, pari a 120.000 unità e 25.000 immatricolazioni ogni anno. È interessante osservare come si stia ampliando la domanda delle piccole e medie imprese, in particolare per le nuove esigenze di trasporto e movimentazione merci in ambito urbano o regionale. Allo stesso tempo, le società di noleggio stanno mostrando sempre maggiore prontezza a rispondere alle esigenze dei clienti sugli LCV, in particolare sui mezzi allestiti. Le case costruttrici hanno già in cantiere parecchie novità per il 2016. Siamo dunque certi che il comparto dei veicoli commerciali continuerà ad essere particolarmente strategico per il nostro settore di riferimento.

In particolare, abbiamo raccolto le impressioni dell’Ing. Marco Buraglio, responsabile veicoli commerciali Ford Italia:

eusebi 4Rendere il veicolo commerciale non solo un semplice strumento di lavoro, un’estensione naturale del proprio ufficio, ma soprattutto un elemento funzionale all’incremento dell’efficienza e della produttività dell’azienda. Sappiamo bene, infatti, quanto le aziende siano attente non solo all’ottimizzazione dei costi di gestione, ma all’efficienza operativa della propria flotta a 360 gradi. Un’attenzione fatta propria anche da Ford, che ha modellato attorno a questa esigenza l’intera gamma dei veicoli commerciali disponibile nel 2015. La nostra famiglia di veicoli, che quest’anno compie 50 anni, è stata sviluppata per essere ai vertici per efficienza e versatilità in ogni classe di portata e per minimizzare i costi di gestione e di fermo veicolo sia per la manutenzione ordinaria che per quella straordinaria”.

Abbiamo poi analizzato la situazione aggiornata dei dati UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Veicoli Esteri), che evidenziano una nuova robusta crescita per i veicoli commerciali: gli autocarri con peso totale a terra fino a 3,5t immatricolati in ottobre, infatti, sono stati 13.058, in crescita del 15% rispetto alle 11.352 unità dell’ottobre 2014. Nei primi 10 mesi dell’anno l’incremento sale al 9,2% con 106.362 veicoli venduti, 9.000 in più di quelli immatricolati nel gennaio-ottobre 2014 (97.399 unità effettive).

eusebi 3In particolare, il contributo alla crescita è fornito dagli acquisti delle società che, grazie al recupero dello scenario macroeconomico che consente di prevedere maggiori opportunità di distribuzione di beni e merci e alle esigenze di rinnovo del parco (39% di veicoli ante Euro 3), stanno evidenziando sostanziose crescite a doppia cifra, mentre risultano più contenuti gli incrementi dell’area delle ditte individuali, dei professionisti e simili”.

“Alle condizioni attuali – afferma Massimo Nordio, presidente UNRAE – la stima conferma la previsione iniziale di chiusura del mercato 2015 intorno alle 130.000 unità, con una crescita prossima al 9% rispetto alle vendite 2014”. L’auspicio è che con le misure attualmente previste nel DdL di Stabilità, il Decisore Pubblico possa cogliere l’opportunità di crescita con interventi capaci di accelerare la sostituzione del parco anziano (su tutte, il “super ammortamento 140%”).

Cosa è cambiato nelle Marche

trn16_pg_001_ext_fullLe province trainanti sono state quelle di Ancona e Pesaro-Urbino, dove il mercato privati e società LCV nel 2015 è aumentato più della media Italia rispetto allo scorso anno.

Il segmento B-ISV (veicoli come Fiat Fiorino, Ford Transit Courier) è cresciuto del 35% rispetto allo scorso anno, quello C-ISV (Fiat Doblò, Ford Transit Connect,…) dell’11% rispetto allo scorso anno.

Di rilievo è stata la crescita del segmento 2MW2 (Ford Transit, Fiat Ducato, Iveco Daily, ecc.) del 42%. Questa crescita ci fa ben sperare dal punto di vista economico, perché denota la ripresa di settori che negli ultimi anni hanno vissuto la crisi in maniera pesante, vedi l’edilizia. Il trend dell’alimentazione a metano è in diminuzione rispetto allo scorso anno (-11%).

Infine, una piccola nota “personale”: la Ford Eusebi spa ha registrato un aumento del 10% sull’intera gamma di veicoli commerciali rispetto al 2014, grazie ad un’attenzione sempre più puntale alle esigenze dei clienti e alla nostra nuova squadra fleet (vetture, veicoli commerciali e noleggi lungo termine) che già da oggi si reca direttamente dal cliente col veicolo richiesto per Test-drive
e preventivi in loco.