Area funzionale di applicazione: e-learning formazione

La sfida dell’e-learning è coniugare la conoscenza umanistica con quella tecnico-scientifica affinché non vengano separati i campi, integrandoli in una riflessione sul destino umano e sul divenire dell’evoluzione tecnologica.
L’e-learning non è una soluzione tecnologica ma è un nuovo modo di sviluppare conoscenze infatti è un settore applicativo della tecnologia dell’informazione che utilizza il complesso delle tecnologie Internet (Web, e-mail, FTP, IRC, streaming video, ecc.) per distribuire on line contenuti didattici multimediali.
La tradizionale formazione in aula detta anche “in presenza” si caratterizza per alcuni vantaggi indiscutibili:

  • la grande familiarità con questo tipo di situazione sia per il docente che per il discente e la salvaguardia del tempo dedicato alla formazione
  • la possibilità per il docente di “correggere il tiro” nel corso della lezione grazie alle reazioni immediate che gli rivelano consciamente o inconsciamente le domande, i gesti e le espressioni dei visi dei discenti
  • la vicinanza fisica dei discenti che riescono facilmente a creare gruppi di interesse e a collaborare insieme per il perseguimento degli obiettivi formativiDi contro, però, l’aula presenta alcuni punti articolati sui quali riflettere:
  • nel caso di un numero elevato di utenti, la lezione frontale richiede un enorme dispendio di energie e risorse a causa della ripetitività delle azioni dei docenti e impossibilità di seguire individualmente i propri allevi
  • la conseguenza immediatamente successiva comporta la difficoltà per il docente di gestire i feedback che vengono da un uditorio fortemente eterogeneo.

Il processo di formazione a distanza implica che docenti e discenti non siano presenti fisicamente e simultaneamente nello stesso luogo. Iniziando dai primi corsi per corrispondenza passando per le lezioni in videoconferenza, le dispense scaricabili via Internet , i newsgroup e i forum di discussione,  è possibile riscontrare che i concetti di formazione in presenza e a distanza si siano evoluti e progrediscano ogni giorno, perché sono legati alla vicinanza e alle possibilità di dialogo tra chi insegna e chi apprende, fra chi parla e chi ascolta.
Ciò che si vuole sottolineare è quanto siano legati alla capacità che le tecnologie hanno di diminuire le distanze.
La formazione a distanza può svilupparsi sia in modalità sincrona (cioè in contemporanea) sia asincrona (ossia in tempi differiti).
Nel primo caso gli studenti possono, ad esempio, rivolgere domande al docente, durante una videoconferenza in tempo reale via Internet (live session) sia in modo testuale (tramite chat) sia via audio (se la postazione dell’utente è dotata di microfono).
La formazione è asincrona, invece, nel caso in cui gli studenti comunicano con i docenti, con i tutor o tra di loro, tramite e-mail o nei forum di discussione, oppure nel caso in cui consultino materiale e dispense disponibili on line, in tempi diversi, secondo le proprie esigenze.
Una delle caratteristiche basilari dell’e-learning è la possibilità che i contenuti siano disponibili e fruibili nel momento e nel luogo scelto dagli utenti. Un altro fondamentale punto di forza della formazione a distanza, è la grande flessibilità nei modi e negli stili di apprendimento, la possibilità di personalizzare il proprio percorso formativo alla luce delle proprie competenze e degli obiettivi specifici da raggiungere, adattandolo anche a chi è in situazioni di partenza svantaggiate.
Le tecnologie multimediali forniscono un importante supporto: la possibilità di mantenere le relazioni tra coloro che frequentano l’aula virtuale, attraverso la posta elettronica, i newsgroup o le videoconferenze. I docenti grazie ad appositi software di gestione didattica, hanno la possibilità di monitorare costantemente i risultati del loro lavoro ed il livello di ogni studente, insieme all’opportunità di aggiornare costantemente i documenti (dispense, immagini, contributi video, ecc.) condivisi in rete.
Un corso di formazione on-line, in linea di massima, si struttura iniziando dalla progettazione di un corso di studi e la predisposizione dei materiali didattici o courseware, solitamente generato con il supporto di un sistema autore. Il corso di studi è supportato da una piattaforma in Internet, configurata in funzione delle esigenze dello stesso, su cui il courseware viene depositato.
Infine, l’inserimento del courseware in un percorso formativo flessibile e gestione del corso di studio. Per fare questo ci si avvale di una componente tecnologica di gestione del corso, il cosiddetto learning management system o LMS.
Il Learning Management System (o LMS) è una piattaforma tecnologica che consente di gestire la distribuzione e la fruizione dei contenuti formativi.
Siamo di fronte ad un sistema gestionale (una piattaforma software) che funziona come un archivio: ogni attività di apprendimento (risposte, tempo di permanenza su di una pagina, altre interattività) viene registrata sul LMS. I facilitatori della formazione vi possono accedere e valutare se il soggetto in formazione ha effettivamente raggiunto gli obiettivi prefissati.
Si tratta, dunque, di un importante strumento di supporto per facilitare la fase di apprendimento dello studente ad opera degli altri soggetti coinvolti (tutor, esperti, docenti, ecc.).
I learning object, i “mattoncini” base, sono indicizzati da metadata (campi descrittivi predefiniti) rispondenti a standard internazionali che ne permettono l’archiviazione univoca in repository (contenitori di dati) gestiti dalle piattaforme LMS. Proprio per queste loro caratteristiche standard, i learning object possono essere poi richiamati dalla piattaforma per essere legati ad altri learning object, al fine di ottenere corsi su misura per ogni nuovo utente.
Per cui un learning management system (LMS) è una piattaforma applicativa (o insieme di programmi) che permette l’erogazione dei corsi in modalità e-learning al fine di contribuire a realizzare le finalità previste dal progetto educativo dell’istituzione proponente.
Normalmente un LMS consente la registrazione degli studenti, la consegna, la frequenza ai corsi e-learning e una verifica delle conoscenze.
In un sistema LMS più completo si possono anche trovare strumenti quali l’amministrazione di competenza, l’analisi di abilità, la pianificazione di successione, le certificazioni, i codici categoria virtuali e la ripartizione delle risorse (sedi della riunione, stanze, manuali, istruttori, ecc.).
La maggior parte dei sistemi tengono conto dello studente principiante, facilitandone l’auto-iscrizione e l’accesso ai corsi.
Per quanto riguarda la gestione dei contenuti gli LMS stanno evolvendo su differenti fronti, quali:
– standardizzazione dei contenuti (es. standard SCORM e sue evoluzioni)
– allargamento dei formati di contenuto (es. video, audio) e/o sorgenti supportate (es. YouTube, TED, Slideshare, piattaforme MOOC, ecc..)
– aggiunta di funzionalità di collaborazione tra i discenti per garantire la possibilità di interazione
Ad oggi è sempre più sentita l’esigenza di strumenti indispensabili per la gestione dei processi formativi, per la gestione delle competenze connesse e per la valutazione di tali competenze.
Il software H1 Hrms consente una gestione puntuale e approfondita sia della formazione del personale sia della registrazione delle competenze.
L’analisi del fabbisogno formativo del singolo soggetto può avvenire con procedimenti di analisi differenti, a seconda delle necessità. È bene specificare dapprima che, in H1 Hrms, ad ogni soggetto possono essere associati ruoli specifici al quali sono legate delle competenze. Il software consente di monitorare il livello delle competenze attraverso i processi di valutazione che permettono di assegnare ad ogni soggetto le competenze espresse e di valutare il gap con quelle attese.
H1 Hrms permette la gestione e lo sviluppo completo del personale e delle risorse umane, anagrafica del personale, valutazione delle competenze /prestazioni /attività /posizione, analisi dei dati OLAP Business Intelligence, retribuzioni e materiale consegnato, organigramma, MBO, gestione tavole di rimpiazzo, centri di costo, gestione ferie e permessi, compensation, formazione, sviluppo, promemoria generale, analisi e programmazione ed organizzazione delle risorse, analisi e riduzione costi del personale, ricerca e selezione personale (H1 SEL), piani di carriera.
H1 Hrms è integrabile con tutti i software in area personale (paghe, presenze, note spese trasferte, turni) presenti sul mercato.
La gestione della formazione con H1 Hrms permette la completa organizzazione della formazione aziendale e fornisce tutti gli strumenti per un totale controllo sul processo formativo, dall’inserimento degli enti di formazione alla stima di apprezzamento del corso stesso da parte dei partecipanti.

 

 

Silvia Simoncini

Area Risorse Umane