turismo 1Dalla presentazione dell’ultimo rapporto ‘Trend Marche’, emergono dati interessanti sull’economia marchigiana: sono turismo ed export i settori su cui puntare per farla ripartire. La ricerca è stata realizzata da Cna e Confartigianato, in collaborazione con Ubi Banca Popolare di Ancona, Università Politecnica delle Marche, Istat e Università di Urbino. Il rapporto indica anche che le imprese artigiane che sono ripartite dopo la crisi hanno comunque ricominciato a vendere e a fare utili.

I calcoli sono stati fatti sui bilanci 2015 di 3 mila imprese artigiane delle Marche. Anche per il 2016 emergono, inoltre, dati di rilievo: nel primo trimestre le imprese artigiane hanno perso 577 unità, ma quelle rimaste hanno visto aumentare notevolmente il fatturato (+27,8%). C’è, invece, ancora da lavorare sul fronte turismo. Qui le Marche devono essere in grado di attirare più turisti stranieri, che sono ancora troppo pochi, rispetto alla media nazionale: lo scorso anno sono stati il 18,2%, contro il 49,4% arrivati in media nel Paese.