Dopo l’incendio devastante del 2013, a Napoli rinasce la Città della Scienza, il primo museo interattivo italiano dove educazione scientifica, turismo e cultura si intersecano sulla base dell’interattività e della sperimentazione.

Attualmente le aree espositive del Science Centre sono:

  • Corporea, il Museo del Corpo Umano;
  • il Planetario 3D;
  • la grande mostra interattiva dedicata al Mare;
  • l’Officina dei Piccoli.

L’apertura totale della struttura è prevista per il 2019 che, con i suoi 10.000 mq di exhibit interattivi, mostre e laboratori scientifici, farà di Città della Scienza il più grande museo scientifico interattivo d’Italia e tra i maggiori in Europa.

La rinascita del polo scientifico parte da Corporea – In viaggio nel corpo umano. E’ il primo museo interattivo d’Italia sul corpo umano, la prevenzione e la salute, il cui obiettivo principale è di evidenziare la complessa rete di segnali, di natura elettrica e chimica, che rassicurano l’equilibrio dinamico del corpo umano.

Il percorso di visita si snoda attraverso ben 14 aree tematiche, dove nodo fondamentale e trasversale dell’intero percorso è “Il valore della prevenzione”:

1 – Parole, pagine, gigabytes. La civiltà della comunicazione

2 – Eppur si muove! Il sistema muscolo-scheletrico

3 – 37 °C e dintorni. L’equilibrio termodinamico del corpo

4 – Un viaggio di 100.000 km.  Il cuore e il sistema circolatorio

5 – L’acquolina in bocca. Il sistema digerente

6 – Ormoni in scena.  Il sistema endocrino

7 – La fabbrica della vita. Cellule e DNA

8 – Chi va là? Il sistema immunitario

9 – Guarda come sento! Gli organi di senso

10 – La macchina dell’amore. Sessualità, riproduzione, nascita

11 – Sopravvivenza, progetti, libertà. Il cervello e il sistema nervoso

12 – Medici e pazienti. La storia infinita della medicina

13 – 14 – Postazioni dedicate ai temi della ricerca e innovazioni

Grazie alla realtà virtuale e a video immersivi sarà possibile sperimentare di persona il funzionamento di ogni parte del corpo umano, dal sistema muscolo-scheletrico, che sarà messo alla prova attraverso un avatar che mostrerà quali muscoli e ossa sono coinvolti dai diversi movimenti, all’apparato cardiovascolare attraverso cui si potrà viaggiare ed osservare dall’interno il sangue grazie all’utilizzo del microscopio. wertInoltre, grazie all’utilizzo di una termocamera sarà possibile capire i segreti del nostro equilibro termodinamico, mentre il robot Felix riprodurrà le espressioni del viso di chi lo guarda, imitando il meccanismo neutroni-specchio.

L’intero viaggio in Corporea sarà arricchito da un percorso parallelo dove troveremo da un lato reperti archeologici e storici attinenti alle diverse aree tematiche, e dall’altro la nuova frontiera del digital manufacturing, con l’utilizzo della stampante 3D per la realizzazione di alcuni file anatomici e l’esposizione di oggetti stampati quali protesi, incubatore neonatale e alcun oggetti di uso medicale.

17098641_1345753098818039_9067147699737482860_nInoltre, all’interno del percorso si trovano anche aree open lab dove la scienza la fa da padrone, con esperti, ricercatori universitari e centri di ricerca che presenteranno al pubblico esperimenti scientifici sui temi della salute e del nostro organismo come la preparazione e l’osservazione di tessuti e cellule al microscopio, e l’estrazione e il sequenziamento del DNA.

La rinascita di Città della Scienza è un esempio di economia basata sulla conoscenza, capace di fare impresa, creare nuovi posti di lavoro e maggiore coesione sociale e di come oggi è necessario unire cultura, tradizione ed innovazione.

 

Dott.ssa Monica Scarale

Management Academy Sida Group, ISD – Istituto Studi Direzionali                                  

Area Formazione Finanziata