I responsabili del personale saranno i maggiori artefici della trasformazione digitale in azienda.
Personale interno da formare e personale formato sul digitale da assumere. Il 47% dei responsabili prevede assunzioni.

Il 91% delle direzioni del personale sta affrontando la digital transformation.
È il risultato dell’indagine condotta dall’osservatorio HR Innovation del Politecnico di Milano.
Elevato è l’ottimismo sul piano occupazionale, in quanto il 47% delle direzioni ha dichiarano che il processo richiederà assunzioni di personale professionalizzato in materia.
Alla formazione viene ancora una volta riservato il ruolo di preparare i giovani e meno giovani a dare risposte alle domande del mercato.
Ricordiamo che in Europa nei prossimi due anni abbisognano 900.000 figure professionali che sappiano interloquire con la tecnologia digitale.
Da ciò la necessità che i giovani siano orientati a sviluppare competenze con queste nuove realtà.
Il 55% dei lavoratori ritiene che il proprio lavoro richiederà aggiornamenti di competenze nei prossimi dieci anni, l’alternativa è la disoccupazione.
La filiera formativa, sia pubblica che privata, deve giocare un ruolo propositivo ed energico nell’orientare e formare giovani verso la tecnologia digitale.
Applicazioni di tecnologie digitali come cloud, mobile, social e analytics saranno di utilizzo comune nei prossimi cinque anni, oggi le aziende che le stanno applicando sono il 22% in generale, per quanto riguarda i social il 68%.
Si sta sviluppando sempre più la collaborazione con centri di ricerca e università (43% del campione), con fornitori (31%), con startup (20%).
Il 40% del campione delle aziende intervistate ha già avviato opera di formazione/ sensibilizzazione e lo scouting, assessment e sviluppo delle competenze digitali all’interno delle organizzazioni hanno interessato il 33% delle aziende.

 

 

Giulio Guidi

Responsabile Tecnologie Digitali

Area Sviluppo Organizzativo e Strategia