LA CRISI AZIENDALE

La crisi aziendale è un fenomeno poliedrico e denso di sfaccettature per la complessità delle molteplici variabili che ne rendono difficoltosa la comprensione e l’analisi all’interno di una realtà multiforme. Altri diranno delle variabili economiche, finanziarie e giuridiche; a noi piacerà riflettere sugli ambiti propriamente strategico-organizzativi all’interno di un necessario piano di ristrutturazione e risanamento aziendale.

IL PIANO DI INTERVENTO ORGANIZZATIVO

Il piano di ristrutturazione, risanamento e rilancio di un’azienda tende a ripristinare quelle condizioni di equilibrio economico-patrimoniale-finanziario che sono venute meno per effetto del verificarsi di uno o di alcuni degli accadimenti sopra descritti e che sono alla base della permanenza dell’azienda stessa sul mercato. Un piano efficace di ristrutturazione organizzativa dell’azienda deve articolarsi in tre fasi fondamentali:

  1. ANALISI
  2. DIAGNOSI
  3. CURA

L’analisi ha come obiettivo l’accertamento delle cause della crisi e l’approfondita conoscenza dell’azienda in tutti i suoi aspetti, attraverso la lente dell’adeguatezza , della coerenza e dell’efficienza/ efficacia.  In particolare:

  • la governance e la strategia (sono ade-guate ed efficaci rispetto alla mission e alla vision?);
  • il sistema di management e la strut-tura organizzativa (sono coerenti alla strategia?);
  • le componenti patrimoniali, econo-miche e finanziarie (dati storici) (sono considerati, valutati e misurati nella loro effettiva dinamica nel tempo?);
  • l’impianto contabile e le procedure di controllo (è adeguato l’uno? Sono efficaci le altre?);
  • il ciclo produttivo (è efficiente?);
  • le caratteristiche del prodotto/dei pro-dotti e dei mercati di sbocco (sono innovative e capaci di catturare il cliente?);
  • le politiche commerciali (sono in grado di produrre un’offerta di valore adeguata alla competitività richiesta dal mercato?);
  • il sistema informativo (è adeguato al modello organizzativo –gestionale ed è capace di servire le particolari esigenze operative aziendali?).

Ad un’analisi siffatta ed alle domande poste, le cause possono rivelarsi:

  •  interne (disfunzioni del sistema, e quindi scarsa produttività, costi troppo elevati, carenze organizzative, incapacità di programmare e rinnovare, errori di marketing, investimenti sbagliati)
  • esterne (variabili ambientali, quali caduta dei prezzi, decadimento del prodotto, improvviso immobilizzo di crediti consistenti, aumento repentino dei costi delle materie prime).

 

“La felicità della tua vita dipende dalla qualità dei tuoi pensieri” –  Marco Aurelio

 

Osvaldo FanellaArea Strategia e Organizzazione Sida